120 sommario

Forum

Forumclub: un’edizione da incorniciare
L’appuntamento dell’anno rivolto ai professionisti del wellness si è concluso tra gli applausi. In queste pagine i momenti salienti di ForumClub e ForumPiscine 2011, il duplice evento che ha ribadito con forza di essere un appuntamento imprescindibile di un settore che ha la forza per riprende quota.

L’esito dell’edizione 2011 ha superato, sotto diversi punti di vista, le più ottimistiche previsioni. Non era facile migliorare i già confortanti risultati conseguiti dall’edizione del 2010, eppure l’evento andato in scena a Bologna dal 24 al 26 febbraio scorsi è riuscito in questa impresa, mettendo a segno un +10 per cento sul fronte visitatori (6.500 nelle tre giornate) e un +15 per cento per quanto attiene alle aziende espositrici, che hanno toccato quota 150.

All’indiscusso successo dell’Expo ha fatto da contraltare il grande interesse suscitato dal Congresso Internazionale, capace di portare nelle varie sale più di 1.000 operatori. Da sottolineare anche la presenza di una nutrita schiera di rappresentanti delle principali testate europee di settore, a testimonianza del crescente interesse suscitato da una manifestazione dalla vocazione internazionale.

 

Normative

Registro coni: che valore ha?
Molte società sportive iscritte al CONI potrebbero essere oggetto di verifica da parte dell’Agenzia delle entrate.Lo scorso 3 febbraio la sesta commissione (cultura) della Camera dei deputati ha votato un ordine del giorno con il quale impegna il Governo ad assumere “le iniziative conseguenti” a causa del fatto che: “L’Agenzia delle entrate nei numerosi avvisi di accertamento non ritiene valida e automatica per l’iscrizione al CONI l’affiliazione della società sportiva alle Federazioni sportive nazionali o ad un ente di formazione sportiva riconosciuto, anche se riconducibile al CONI medesimo”.  .
di Guido Martinelli
Oneri e onori per le associazioni e società sportive dilettantistiche
Non solo sgravi fiscali e vantaggi di carattere previdenziale e assicurativo. Costituirsi in associazione o società sportiva dilettantistica comporta anche una serie di obblighi giuridici da rispettare se non si vuole incorrere in un illecito. Si moltiplicano in Italia i centri sportivi e i fitness club che assumono questa forma giuridica costituita secondo le previsioni dell’art.90, l.289/02. Molti tra questi, però, con altrettanta frequenza, dimenticano che, se da un lato siffatta scelta porta con sé innumerevoli vantaggi dal punto di vista fiscale, c’è comunque anche un rovescio della medaglia che prevede tutta una serie di adempimenti e obblighi da rispettare per poter agire in piena legittimità. In queste pagine, forniremo un breve memorandum sugli oneri e onori che la legge riconosce per quei centri sportivi e fitness club che si costituiscono associazioni o società sportive dilettantistiche.
di Carmen Musuraca

 

 

 

 

 

Gestione

Dalle parole ai fatti
Injoy, la catena di club più estesa in Europa presente anche in Italia, ha recentemente avviato una serie di iniziative per dimostrare sul campo i benefici del medical wellness, avvicinare target specifici di potenziali clienti e fare cultura coinvolgendo i media. Il target al quale devono rivolgersi i club italiani è il 92 per cento della popolazione non iscritta a un centro fitness! Gli operatori devono posizionarsi con chiarezza in modo da avere un’identità forte in grado di attrarre i potenziali clienti, avvicinandosi il più possibile ai loro parametri chiave di scelta. Ora più che mai dobbiamo concentrarci sul nostro core business, ovvero la prevenzione basata sul regolare svolgimento di attività fisica. I club hanno un “prodotto” straordinario in grado di soddisfare persone di ogni età, un farmaco portentoso privo di effetti collaterali, adatto a tutti e molto economico. A dirlo è la scienza e Injoy ha deciso di contribuire alla raccolta di dati, diffondere un messaggio forte e chiaro e fare cultura coinvolgendo i media.
di Savino Tupputi
Cosa c’è dietro l’angolo?
Il World Business Forum di Milano – al quale ha partecipato anche la redazione de Il Nuovo Club – ha, come sempre, affidato la scena a prestigiosi nomi del mondo economico e finanziario internazionale fornendoci l’occasione per riflettere sulle attuali congiunture politiche ed economiche della società globale.
Come sta cambiando il mondo in cui viviamo? Noi tutti sappiamo che il web e le nuove tecnologie stanno inesorabilmente modificando il modo di intendere non solo le relazioni interpersonali, ma anche, e soprattutto, quelle professionali. Non tutti però sanno che i piccoli “smottamenti” in atto da anni stanno preparando il terreno per una rivoluzione molto più complessa. Il futuro è sempre alle porte, ma raramente si assiste a rivoluzioni tanto profonde e radicali quanto quelle attuali. In queste pagine, il punto di vista di Don Tapscott – esperto di information technology – e Francis Fukuyama – autore, tra l’altro, del best seller La fine della storia – protagonisti dell’ultima edizione del World Business Forum di Milano.
La voce giusta al momento giusto
Le caratteristiche dei suoni delle nostre parole non sono immutabili. Grazie a tecniche ed esercizi specifici possiamo perfezionarle fino a trasformarle in un potente strumento di fidelizzazione. Vi è mai capitato di ascoltare la vostra voce registrata? Vi è piaciuta? Molte persone stentano addirittura a riconoscerla. Nel processo comunicativo, la voce ha un ruolo importante perché ci consente di generare stati d’animo diversi nell’interlocutore. Eppure, non essendo abituati a darle il giusto peso, a volte risultiamo poco incisivi e ancor meno persuasivi. L’essere umano parla sempre di meno, ma nella comunicazione digitale è diventato imbattibile. In una recente intervista, Paul Bedford, autorevole esperto in materia di retention, ha elencato i principali fattori che condizionano la fidelizzazione: «Il cliente deve sentirsi seguito, assistito, aiutato. Bisogna innanzitutto ricordarsi che il socio vive un’esperienza ogni volta che visita il club e risulta determinante renderla realmente memorabile, e aggiungerei ripetibile».
di Andrea Franceschin
Pt group: cosa, come e quando?
Come gestire l’attività di personal training per piccoli gruppi in modo redditizio per il club? Come attrarre i soci? Vantaggi, difficoltà, strategie di marketing per un nuovo servizio sempre più richiesto: il Personal Training Group. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un aumento inesorabile delle spese di gestione dei fitness club, si è cercato di ovviare al problema con l’inserimento di servizi extra a pagamento. Tali servizi, oggi, producono il 30-40% del fatturato totale del club e, tra tutti, il personal training è sicuramente il più apprezzato perché in grado di rispondere all’esigenza di essere seguiti da un professionista per evitare di sbagliare l’esecuzione degli esercizi o addirittura il tipo di allenamento, ottenendo così i risultati desiderati nel minor tempo possibile.
di Amir Lafdaigui

Gestione

Europa: la parola ai leader del mercato
Con cinque domande chiave rivolte a otto importanti operatori, l’IHRSA ha fatto luce sugli effetti prodotti dalla crisi nel Vecchio Continente. Individuando le minacce e le opportunità con le quali il nostro settore dovrà misurarsi nell’immediato futuro. Nell’edizione 2010 dello European Health Club Report, l’IHRSA rivolge cinque domande chiave ad alcuni tra i principali operatori del mercato europeo del settore fitness/wellness. Le loro risposte tracciano un quadro alquanto preciso dello status quo, consentendo di formulare qualche previsione sui trend del prossimo futuro.
a cura di Andrea Muzzarelli
Business in partnership
Diversi format riservati a chi desidera imprendere nel settore fitness affidandosi a un partner affidabile ed esperto. È questo, in estrema sintesi, l’Olympian’s Network, progetto di affiliazione unico nel suo genere, ideale per chi desidera avere pochi oneri, anche dal punto di vista finanziario, e ampia libertà. Olympian’s Network, il nuovo sistema di affiliazione in partnership dedicato agli imprenditori del settore fitness, è stato ideato dall’imprenditore faentino Kristian Montevecchi insieme all’architetto cesenate Annalisa Ghirotti, e realizzato dall’azienda toscana Olympian’s. Si tratta di un nuovo network che ha ufficialmente debuttato il primo ottobre scorso, all’interno di una villa immersa nel verde dei colli vicentini in cui è stato inaugurato il primo centro di personal training identificato dal marchio Olympian’s PT Studio. Ad aprirlo è stato Luigi Colbax, uno dei primi personal trainer ad operare in Italia.

primo piano italia

Un pianeta pieno di vita
Da più di un decennio, il Life Planet – cfr. Il Nuovo Club n. 53 –  è un punto di riferimento per la città di Ravenna. Sin dal suo debutto, avvenuto nel 1999, è un club all’avanguardia, dal punto di vista tanto strutturale quanto gestionale. È stato progettato dall’architetto Sergio Bizzarro – co-proprietario con altri soci – con un obiettivo ben preciso: armonizzare la filosofia progettuale con quella gestionale, facendo in modo che le soluzioni stilistiche e tecnologiche – già avanzate alla fine dello scorso millennio – risultassero funzionali all’erogazione del servizio, alla valorizzazione dell’immagine del club, alla “giusta” interazione tra soci e staff e alla volontà di favorire la socializzazione e, non meno importante, le emozioni positive. Non a caso quest’anno il centro del capoluogo bizantino, da sempre un modello al quale si ispirano altri operatori e progettisti, si è aggiudicato il prestigioso Club Award – il premio istituito da Il Nuovo Club – nella categoria Club dell’Anno.

marketing

Le 10 regole d’oro del passaparola
Da anni si sente parlare di passaparola, ma solo recentemente questo “fenomeno” ha suscitato così tanto interesse da assumere le connotazioni di una vera e propria disciplina, con regole ben precise da seguire per sfruttarne appieno il potenziale o evitarne i pericoli. Esattamente come abbiamo fatto con la vendita, abbiamo tentato di racchiudere in dieci regole d’oro anche il passaparola. Iniziamo con una definizione: nel contesto nel quale operiamo, il passaparola – conosciuto anche con il termine inglese word of mouth – è la diffusione spontanea o indotta di comunicazioni a favore o a sfavore di un brand, dei suoi prodotti o dei suoi servizi. In questo articolo ci riferiremo al passaparola generato da clienti o potenziali clienti e inerente prodotti e servizi “al di fuori” dell’azienda. Scarteremo quindi la forma che, in realtà, è la più diffusa: il passaparola “interno all’azienda”, quello generato dai dipendenti e che ha come oggetto l’azienda stessa. Cercheremo quindi di capire come si concretizza il passaparola su un prodotto o su un servizio.
di Roberto Tiby

 

Rubriche

speciale attrezzature

Fitness club menu
Innovativi attrezzi cardio e isotonici, interessanti programmi interattivi, soluzioni di design e molto altro ancora. Il menu a disposizione del club è ricco di interessanti soluzioni dal punto di vista sia tecnico sia estetico. In queste pagine, una carrellata sull’ampia offerta di un mercato in continua evoluzione.
a cura della redazione

multimedia

On the road
La comunicazione è la nostra strada, ma non sempre è diritta e regolare. Il più delle volte presenta diramazioni e traverse che possono rivelarsi molto interessanti. Il web è una di queste, di certo la più importante, e l’Editrice Il Campo l’ha intrapresa con successo. Nell’era di Internet sono numerose le imprese attive nel mondo della comunicazione che si sono poste un solo interrogativo, ma pesante come un macigno: carta o web? Uploadare, linkare e taggare oppure intervistare, scrivere e stampare? In realtà, una cosa non esclude l’altra e, nell’era della condivisione, abbiamo deciso di condividere con i nostri lettori sia la carta sia il web. Come? Attivando il profilo dell’Editrice Il Campo, delle sue pubblicazioni e dei suoi eventi su Facebook; aprendo un account su You Tube; scegliendo non solo il canale Issuu per la versione digitale gratuita di Sport Industry Magazine, ma, soprattutto, la piattaforma digitale Zinio per le versioni on-line de Il Nuovo Club e Piscine Oggi.
Risparmio energetico in piscina
Sono sempre di più le piscine, e gli impianti sportivi, che scelgono o hanno già scelto di convertirsi alle energie rinnovabili, sfruttando le opportunità fiscali e i vantaggi offerti dal Conto Energia, con risparmi non solo dal punto di vista energetico, ma soprattutto dal punto di vista gestionale e di riscaldamento. ForumPiscine, in linea con l’interesse sempre più crescente riscontrato dal settore, ha proposto per l’edizione 2011 differenti interventi dedicati a questo tema, con approfondimenti tecnici e soluzioni ad hoc per l’applicazione in piscina. Tra questi, l’intervento dell’Ingegnere Marco Zambelli, membro dell’Unità tecnica per l’efficienza energetica presso l’ENEA di Bologna. L’abbiamo intervistato per approfondire l’argomento.

le notizie

In farmacia pillole di… movimento!
Eurowellness: risultati e nuovi obiettivi
Erba sintetica: al via il nuovo decreto
Nasce il promotore del benessere
L ’accademia del fitness
Itaca entra nel gruppo zucchetti
Fitness high-tech
Invecchiare come si deve

novità e tecnologie

La chiave che mette in moto sedentari e club
Esclusività accessibile
Tecnologia per spa e centri benessere
Centimetri persi, business vincente
Xrkade Move&Play
Il benessere si tinge di blu
C’è un app anche per i club
Il club sotto controllo
Tecnologia dal cuore grande

mondo club

Allenarsi per star bene
Allenamento su misura
A cuneo lo sport si fa in village
Virgin fa squadra con mtv

fitness report

Allenarsi con… profitto
Nuoto benefico
Il check-in nel club

Fiere e convegni

L’energia prende corpo
La convention dei trainer
Architettura sostenibile
La kermesse del fitness
Il mercato argentino
Segnali positivi da San Francisco
Fiere in tasca

corsi, seminari e master

 


>numero in uscita